Archivio mensile:aprile 2013

Sputare per terra

è uno dei segni inequivocabili della mia personalissima rabbia.

Quando c’è qualcosa che non mi quadra, istintivamente, la mia salivazione aumenta, e sputo. Vizio da ex calciatore dilettante. 

Sputo doppio se a farmi arrabbiare è il controsenso. Di chi dice che sia impossibile credere in un Dio che ci aiuta, e poi non fa niente per aiutarsi da sola. Ecco, io quelli che non si determinano da soli, che preferiscono il “sto male” al “magari trovo un modo per”, non li sopporto. 

I Passivi, và. Definiamoli così.

A me non m’hanno mai regalato niente. E nemmeno a molti di voi. Ma quando sto male, non mi chiudo in una stanza con la musica di Paolo Vallesi a palla, e la testa sotto il cuscino. 
Mi arrabbio, esco, e sputo. 

Buona Saliva a Tutti.

Traslochi

La scatola ha già la polvere, sul coperchio, in realtà.

Come si dice ” a Babbo Morto? “, che in fondo mi sono sempre chiesto come mai si dica così.

Sono in un appartamento vista mare, da 4 mesi. Sono cambiate diverse cose. I treni sono partiti, senza ritornare. Ho smontato la stazione. Quando avevo 20 anni dicevo a lei: “Vedrai che il tuo treno prima o poi deve arrivare a fine corsa, e li ci sarò io.” Non è stato così. Non ancora, quantomeno. E’ stato un viaggio stupendo, però, lo porterò sempre con me. 

L’ultimo treno no. Game Over, come fosse una partita di super mario, e non avessi altri gettoni. Come quando provavo a finire i giochini con cinquemilalire in gettoni. Non riuscendoci. 

Ho un tappeto a righe. Un divano a righe. Un  pigiama a righe. Cerco tende a righe. 

Cercassi un ordine, sarei perfettamente schierato. Cerco un agente del Caos. E’ bianca, sopra una pelle olivastra. Ha gli occhi chiari e i capelli in disordine. Come il suo caos. Perfettamente disordinato. L’unica cosa di cui avevo bisogno. Fra le righe. 

Ha ragione il Cile. Al decimo Gin Tonic ho scelto la saggezza. Ho ampiamente ascoltato le ragioni, e poi ho tirato dritto. E mi sono lasciato andare a questo caos calmo. Come scriveva Veronesi, nessuno può farti stare bene, se il bene non è già in te. 

Io ne ho a frotte, di bene, dentro.