Archivio mensile:agosto 2010

Quando meno te l’aspetti

E una tastiera piccola, da sfiorare.

Il rapporto con la tastiera é importante, definisce la velocità con la quale si pensa, non solo si scrive.

Scrivo velocemente, dopo serate serene.

Quello che cerco é solo questo. Serenità, tranquillità, quei quattro amici e le loro idiozie. Le battute sui soliti personaggi, sempre uguali, sempre le stesse.

Se un giorno dovessi perdere tutto, vorrei rimanere così, con gli amici a tavola. A tavola si parla più velocemente, come avessi una tastiera comoda.