Archivio mensile:ottobre 2007

Scrivo cazzate

“Si comincia a scrivere per essere notati, si seguita perché si è noti”

E allora scrivo, e vi dico due o tre cose, che qualcuno di voi potrebbe trovare interessante.

1- L’altro ieri ho pianto, per un film su un giocatore di Golf, poverissimo, che quasi per caso si ritrova a vincere gli US Open.

2- Sono diversi giorni che mi cucino da solo, e ho deciso di trascrivere alcune ricette, sul blog, non per voi, ma per me, altrimenti mi scordo gli ingredienti.

3- La solitudine è non avere nessuno con cui parlarne.Della solitudine. (è mia, se avete qualcosa in contrario, vuol dire che siete solitudinarianti)

4- Vorrei un microfono, e qualcuno a cui dire qualcosa.

Prete gay – via dalla chiesa

(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 13 OTT – Il Vaticano ha confermato di aver sospeso un monsignore di Curia che aveva confessato di essere un gay attivo. Il presule – che aveva parlato sotto anonimato e con il viso oscurato – e’ stato riconosciuto e allontanato immediatamente dal suo incarico. Su lui, la Santa Sede ha aperto un procedimento. A confermare sostanzialmente la notizia, anticipata da ‘Repubblica ‘, e’ intervenuto il direttore della Sala Stampa vaticana, padre Federico Lombardi.

Niente paura per il monsignore, si è appena liberato un posto da gay all’isola dei famosi…

Il Vajont

Anni fa mi interessai ad un attore, Marco Paolini, per un suo spettacolo sulla strage di Ustica. Scoprii il teatro di narrazione, un Lucarelli senza filmati, basato sulla parola, sull’immedesimazione, sulla grande abilità dell’attore.

Scoprii che 44 anni fa, la diga del Vajont venne giù, in maniera assurda e prevedibile. Da guardare, tutto, per capire.

PAOLINI – VAJONT

Marina Mia

Oggi guardavo Shrek III, sul mio monitor bluegrigio, quando ad un certo punto, soffocato dal caldo, decido di aprire la finestra, tirando su la tapparella (che nome!), e all’improvviso, dopo mesi, rivedo la marina, dalla mia finestra.

Mi manca. Tornerò.

P.S. l’altra Marina non mi manca, per inciso.

Hunziker e Pecci?

da TgCom:

Un amore durato una sola estate? Pare proprio che la bella storia tra Michelle Hunziker e Daniele Pecci con l’arrivo dell’autunno sia già finita. I due paparazzati per mesi insieme, da tempo non vengono più pizzicati. Lei ora è in crociera, impegnata sul set del film di Nino Parenti, lui invece è stato visto a Roma. Con un’altra bionda. E, come rivela Diva e Donna, fa il romantico e regala all’amica una rosa rossa…

La Hunziker non si è demoralizzata, e si è fidanzata con un altro Pecci, Eraldo. Di sicuro è più famoso di ‘sto Daniele…CHI?

Milano mia, METRO-poli

Milano che non ti aspetta
Milano che ha sempre fretta

Milano che ti spinge
Milano che non chiede scusa

Milano che non ha niente da dire
Milano che non ha niente da dare

Ore 12:00 – La mia Metro

Un biglietto, grazie (hai sentito il prego,tu?)  Chissà come si infila in questo macchinario infernale. Direzione Direzione Direzione…Ecco, qui. Salgo, dopo un po’ d’attesa, mentre si accendono i lettori mp3 (li usano solo qui, credo).

Mi siedo: Un Vestito verde, sottile, di fronte a me, quasi a presagire l’autunno. A sx un paio di gambe che spaventerebbero chiunque, cinquant’anni di gambe, stupende, lunghe e affusolate, tese e slanciate sui tacchi.Un tipo col cellulare senza campo, e lui, forse, senza scampo.Un vecchio rugoso, religioso, con la camicia nera e il golfino, le scarpe gommose lucide e una bibbia vicina agli occhiali, per leggere di miracoli, magari di arrivare.In alto quella dannata pubblicità dei corsi d’inglese, come se a Milano non lo sapesse nessuno l’inglese (forse non lo sa nessuno, in effetti).Mancano poche fermate, salgono due turisti, svedesi, alti come le guglie del Duomo. Ed eccolo il suonatore di chitarra (grazie signo’fame signo’tredici bambini signo’).

Fine, prendo aria, mentre salgo le scale, non quelle mobili, troppa folla, spengo il lettore e penso: “Prendo il tram, domani”